Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

Select a Page:
More Info
Read More

Vox Populi – A go nenca un pcà da purgà. Regia Betty Lucca

Il teatro dialettale di Pieve del Cairo con la compagnia teatrale Vox Populi.
Le riprese dello spettacolo sono state fatte lo scorso 16 aprile 2011 presso il rinomato Teatro Besostri di Mede Lomellina (Pavia).

Regia di Betty Lucca.

VOX POPULI COMPAGNIA TEATRALE
Innanzitutto un gruppo di amici, tre pensionate, due casalinghe, due studenti, due programmatori, un insegnante, due artigiani, un commerciante, un imprenditore, un operaio e un libero professionista, accomunati dalla grande passione per il teatro, che un bel giorno, era il Febbraio del 2002, decidono di provare a mettere in scena una commedia, con l’entusiasmo del Peter Pan celato in ognuno di loro
E allora c’è chi inizia a scrivere, chi a recitare, chi a tagliare e cucire e chi a segare e inchiodare, sacrificando molte ore del proprio tempo libero. Ma che soddisfazione quando si apre il sipario, si accendono le luci e.. si sentono gli applausi del pubblico e per un attimo si ha la sensazione di essere riusciti a portare lo spettatore sull’isola che non c’è.

Si parte dal dialettale fondalmentalmente perchè alcuni di noi avevano avuto precedenti esperienze in compagnie dialettali.
Subito nasce il desiderio di non voler emulare i Legnanesi, grandi maestri, ma abbondantemente scopiazzati e imitati nella nostra zona.
Così le nostre commedie dialettali, tutte originali, sono ambientate nel 1500 e prendono spunto da fatti storici locali documentati, le commedie sono anche consequenziali, una sorta di “Avventure di Virginia e Beatrice”.

A GO NENCA UN PCA’ DA PURGA’
11 aprile 1512. L’esercito ispano pontificio guidato da Raimondo de Cardona è stato sconfitto da quello francese con a capo Gastone di Foix.
Molti prigionieri sono stati fatti e tra questi questi il cardinale Giovanni dè Medici.
La tremenda notizia giunge fino al tranquillo borgo di Pieve del Cairo, dove Virginia (Mirella Chiodi Martinoli) e Beatrice (Niccolò Capittini) nell’intento di “racagnare” qualche ducato, hanno appena aperto una nuova attività: la bettola della “sgolgia”. Per loro sfortuna la bettola viene scelta come luogo d’incontro da illustri personaggi locali per la pianificazione della liberazione del Cardinale.
Tra battaglie, macchinazioni belliche, complotti e riunioni segretissime tra personaggi alquanto bizzarri si troveranno, loro malgrado, coinvolte in un intrigo
di proporzioni “internazionali” .
Cosa combineranno questa volta Virginia e Beatrice?
Naturalmente i soliti pasticci……….

 Submit a Comment 

1 + 15 =

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continua ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie oppure clicca su "Accetta" e permetti il loro utilizzo.

Chiudi